Assolutamente tutti attraversano fasi in cui la loro motivazione a fare sport diminuisce, sia che si tratti di un principiante assoluto o di un atleta professionista. È del tutto normale.

Ma non è così male. Piuttosto, dipende da cosa fai in queste fasi.

Oggi vorrei darvi alcuni consigli su come rimanere in palla più facilmente e superare periodi di siccità anche dopo la tipica “spinta motivazionale” all’inizio di un progetto.

1. Stabilire obiettivi, ma quelli giusti

La maggior parte di voi probabilmente sa che è importante perseguire obiettivi.

Stabilire un determinato obiettivo per te stesso non serve solo a investire “in modo significativo” il tuo lavoro e i tuoi sforzi e ad impegnarti per una certa direzione, è di per sé una motivazione perché dà vita a un’idea come potrebbe essere qualcosa, ad es. immaginiamo una certa situazione di vita, come siamo proprietari di un certo oggetto o qualcosa del genere.

Ora ci sono alcuni altri punti estremamente importanti che contano se vogliamo fissare obiettivi: gli obiettivi sono realistici e chiaramente definiti ?

Sebbene ci siano effettivamente persone motivate da obiettivi apparentemente irraggiungibili, molti tendono a sentirsi sopraffatti da essi. Non di rado, questo porta al fatto che non si ha nemmeno il coraggio di fare il primo passo. Se desideri perdere peso e ti prefiggi l’obiettivo di perdere 40 kg entro 6 mesi, probabilmente sarai sopraffatto da questo compito immane e non motivato (se non sei sicuro di cosa sia realisticamente realizzabile, è meglio parlare con qualcuno in anticipo che ha familiarità con l’argomento). In caso di dubbio, è meglio iniziare un po ‘più in basso, ma poi raggiungere anche questo obiettivo, piuttosto che rimanere delusi alla fine per pura sfrontatezza.

Anche gli obiettivi dovrebbero essere sempre chiaramente definiti. “Voglio perdere peso” è troppo impreciso. È meglio attenersi al principio SMART:

S specifico

M commestibile

A di conseguenza

R ealistico

T erminato

Ad esempio, “Voglio perdere peso” sarebbe meglio di “Voglio perdere 5 kg del mio peso mattutino e 5 cm della circonferenza dei miei fianchi nelle prossime 8 settimane”.

2. Trovare lo sport giusto

Il fattore divertimento è uno dei fattori che determinano un esercizio di lunga durata. Per questo motivo, non dovresti assolutamente permettere che ti vengano imposti obiettivi dall’esterno.

Tuttavia, si osservano più e più volte persone che seguono uno sport di cui in realtà non godono affatto. Chiunque debba faticare dall’inizio anche solo per andare ad allenarsi, prima o poi correrà il rischio di fermarsi completamente.

Ad esempio, se non ti piace allenarti con macchine o con i pesi e preferisci frequentare lezioni di spinning o Zumba, dovresti farlo anche tu. Consiglierei comunque di prendere un manubrio di tanto in tanto (l’allenamento della forza offre semplicemente così tanti vantaggi), ma sicuramente non deve e non dovrebbe costituire la maggior parte dell’allenamento.

Ovviamente è anche importante dare prima una possibilità alle cose nuove. A volte il divertimento di una cosa si sviluppa solo mentre lo fai, ma se, dopo una fase di test onesta , ti rendi conto che un certo sport non è adatto a te, allora è meglio continuare a guardarti intorno.

3. Inserisci interruzioni e variazioni

A volte è solo il momento di allontanarsi dallo sport. Non sempre deve essere per motivi fisici, è anche (e soprattutto) per la testa di tanto in tanto un sollievo guadagnare un po ‘di distanza.

Un’opzione è restare completamente fuori per un po ‘. Il corpo può recuperare completamente, la mente può spegnersi e nuove motivazioni possono essere raccolte per attaccare di nuovo in seguito. (se vuoi ottenere risultati nello sport, costruisci massa muscolare senza aumentare significativamente il peso – allora ti consigliamo di seguire il link andriol compresse in questo momento.) La maggior parte di loro ha di nuovo prurito alle dita dopo 1 o 2 settimane e la voglia di iniziare l’allenamento aumenta di nuovo.

Nella maggior parte dei casi, tuttavia, meglio di una pausa completa è semplicemente spostare l’attenzione e provare qualcosa di completamente diverso. Se normalmente fai un allenamento di forza classico quattro volte a settimana, che ne dici di qualche lezione di yoga? O con pochi giri nella foresta più vicina? O magari con una visita al parco di arrampicata?

Questo semplice scambio del solito sport con una nuova attività non solo ha il vantaggio che puoi spostare la tua attenzione e quindi riguadagnare la tua motivazione per il “vecchio” sport nel tempo, ma anche che puoi continuare rimanete attivi e magari trovate anche un’altra attività divertente e che potrebbe essere una parte aggiuntiva del vostro programma di esercizi in futuro.

4. Abitudini> Forza di volontà

Sembra che alcune persone trovino molto facile fare esercizio regolarmente. Dall’esterno può spesso sembrare che ciò sia dovuto interamente a una volontà di ferro (che certamente le appartiene anche) e ad una motivazione quasi illimitata.

Ciò che queste persone sono spesso riuscite a fare, tuttavia, è fare dello sport un’abitudine e una parte della loro vita quotidiana. Una volta fatto ciò, non devi tirarti su (beh, anche allora ci sono ancora giorni come questo – ma sono molto meno comuni!) Per fare sport. È come lavarsi i denti o preparare il caffè al mattino: è solo una parte e lo fai senza pensarci troppo.

Perché la pura volontà può aiutare su alcuni minimi, ma è una risorsa che può essere utilizzata. Non ce n’è una quantità infinita disponibile. Le abitudini, invece, non richiedono alcuna forza di volontà.

Un primo passo per raggiungere questo obiettivo è andare sempre alla formazione negli stessi giorni e negli stessi orari. Idealmente, la formazione dovrebbe essere organizzata in modo tale che tu sappia in anticipo che puoi sicuramente dedicare del tempo lì per andare alla formazione. Se lo fai per diverse settimane, l’esercizio regolare diventerà gradualmente più facile e gradualmente “passerà nel tuo sangue”.

5. Spesso è più facile con due persone

Come consiglio finale, posso consigliare a molte persone di trovare un partner di formazione affidabile .

Perché spesso è più facile non andare allo sport da soli, ma in coppia. Soprattutto, un partner di allenamento affidabile può aiutarti a rimanere sulla palla. Se sei immotivato, il tuo partner può trascinarti avanti e continuare a farti esercitare. Se, invece, il partner è bloccato in un piccolo buco della motivazione, puoi aiutarlo a trovare nuove motivazioni. Quindi vi sostenete a vicenda sulla strada verso l’obiettivo – ovviamente chiaramente definito.

Parole finali

Con questi 5 suggerimenti si spera che sarai meglio equipaggiato per migliorare la tua continuità nell’esercizio. Non ci vuole molto: stabilisci obiettivi chiari e realistici, trova uno sport che ti piace, fai una pausa di tanto in tanto o prova cose nuove, cerca di rendere lo sport parte integrante della tua vita quotidiana e vai in questo modo non da solo. Chiunque ci riesca può avere successo solo alla fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *